.
Annunci online

Blue-highways-
Blog agnostico laico e gay Io ho un sogno: coppie etero e coppie gay con pari dignità e diritti. Questo blog sostiene la Famiglia, etero o gay, SI' AL MATRIMONIO GAY!

 

 

SEI LAICO? SEI DEMOCRATICO? NON FARTI PRENDERE IN GIRO, NON VOTARE IL PD DELLE BINETTI DEI D'ALEMA, DEI FASSINO E DEI BASSOLINO SE LA CHIESA VUOLE CHE NON INTERFERIAMO COI SUOI SANTINI, NON INTERFERISCA CON LA NOSTRA VITA!

 


NO HARM,NO SIN Blog islamicamente scorretto
QUESTO BLOG CONDANNA IL PAPA Questo blog è contro la pedofilia e contro l'omofobia Tendenze omofobiche profondamente radicate possono portare alla pedofilia

WE SUPPORT GAY MARRIAGE

AVVERTENZA:
I commenti anonimi e/o offensivi
saranno cancellati

QUESTO E' UN BLOG
LAICO
GLBT E PRO MATRIMONIO GAY
FILO-USA (DEMOCRAT-LIBERAL)E FILO.OCCIDENTALE
SOSTENITORE DELLA SOLUZIONE
DUE POPOLI DUE STATI PER LA PALESTINA
ANTI-RAZZISTA E ANTI-OMOFOBO
FILO ISRAELIANO
Ero Anti-comunista quando
c'era il comunismo.

STO LEGGENDO
"The Ghost wore yellow socks by Josh Lanyon and Gormenghast by Mervyn Peake

HO APPENA VISTO
Michael Clayton con George Clooney

PERSONAGGI FAMOSI CHE AMMIRO:
GESU'
GANDHI
MARTIN LUTHER KING
AYYAN HIRSI ALI
RABIN
EMMA BONINO
ZAPATERO

Anch'io ho un sogno

Io ho un sogno dove coppie etero e coppie gay, bianchi e neri, cristiani e musulmani, vivano felici insieme la vita accettando le reciproche diversità e rispettando i diritti dell'individuo;
Io ho un sogno dove i presunti rappresentanti di Gesù si comportino e parlino in accordo con il Suo messaggio d'Amore e Carità, somigliando veramente a  Lui, e non alle autorità religiose intolleranti e avide di potere che Lo tradirono;
Io ho un sogno dove genitori e insegnanti recuperino il loro ruolo educativo, ed educhino soprattutto al rispetto per gli altri, alla tolleranza di chi è diverso e alla cooperazione;
Io ho un sogno dove i Rappresentanti dei Cittadini in Parlamento sono consapevoli delle loro responsabilità e dell'importanza del loro ruolo, difendano la laicità dello Stato, la legalità e la democrazia prima che il proprio cadreghino e le rivalità di parte;
Io ho un sogno in cui i calderoli, i prosperini, i caruso e i ferrando sono addetti alla pulizia delle latrine, che è il loro posto;.
Io ho un sogno in cui esseri nefasti come bin laden non troveranno più adepti, e i governi si occuperanno del benessere dei loro cittadini e del pianeta;
Io ho un sogno in cui la capacità e le competenze conteranno più delle clientele e delle camarille;


ZAPATERO
Io dico sì a chi:
E' tollerante,ma non con gli intolleranti
Dico NO a chi:
E' VIOLENTO, ISTIGA ALLA VIOLENZA, GIUSTIFICA LA VIOLENZA
Nega il diritto degli omosessuali ai pari diritti e alla pari dignità
Nega il diritto di Israele ad esistere
Nega la Shoah
Nega i diritti fondamentali dell'Uomo e del Cittadino
Nega la separazione fra stato e chiesa

Prima era creduto accettabile perseguitare gli ebrei.
Ora non più
Prima era creduto accettabile disprezzare i negri.
Ora non più
C'è ancora qualcuno che crede accettabile l'omofobia...
Ma non lo è più.

Dove c'è amore, lì c'è famiglia, etero o gay.

Con gli USA  e L'Occidente contro talebani e cornacchie ayatollesche.
1) Questo blog è laico e anche un po' stronzo.
2) Questo blog ne ha piene le scatole della destra e della sinistra.
3) In questo blog si critica apertamente la chiesa cattolica apostolica romana e qualsiasi altra forma di dittatura.
4) In questo blog vige la libertà di pensiero e di parola ma se poi dite tavanate sarete trattati di conseguenza.
5) Questo blog si batte per i diritti dei gay e di tutte le minoranze riconosciute e non riconosciute.
6) Questo blog è egocentrico, ma non egotico.
7) La materia trattata in questo blog oscilla dalle cose profonde alle profonde cazzate.
8) Il tenutario di questo blog ci prova un po' con tutti.
9) In questo blog non si accettano commenti anonimi e rancorosi. Si preferisce sapere chi è che non ti vuol bene e in caso contrario i commenti in questione verranno cancellati.
10) Questo blog non è una testata giornalistica perché, oltre al fatto che non viene aggiornato con costanza,  nessun giornale in Italia potrebbe permettersi un decalogo come questo.




BASTA CON GLI OMOFOBI_NO MORE FASCISTS E' falso che la condanna morale dell'omosessualità,o degli atti omosessuali, appartenga al messaggio di Gesù, e una menzogna ancora maggiore che sia addirittura "parte integrante del messaggio cristiano". Chi la pensa così è completamente fuori strada. sONO LORO GLI ANTICRISTIANI

29 ottobre 2009
cannocchiale adieu
D'ora in avanti il mio blog è Rainbowman56

http://rainbowman56.wordpress.com/

Ci vediamo lì!



permalink | inviato da Blue-highways il 29/10/2009 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
28 ottobre 2009
Perdono privato e pubblico
Qualcuno ha trovato scandaloso che la moglie di Marrazzo abbia perdonato il marito Non vedo perchè. Se la moglie l'ha "perdonato" sono fatti di Marrazzo e della moglie. Se Marrazzo risulterà colpevole del reato per cui, sembra, è o sarà indagato, cioè aver speso soldi pubblici per  i suoi piaceri privati, saremo  noi cittadini a NON perdonarlo. 



permalink | inviato da Blue-highways il 28/10/2009 alle 9:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 ottobre 2009
Want you



permalink | inviato da Blue-highways il 27/10/2009 alle 16:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 ottobre 2009
Meglio essere gay che essere Feltri



permalink | inviato da Blue-highways il 27/10/2009 alle 9:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
diritti
27 ottobre 2009
La linea Feltri: spargere omofobia a piene mani

Dal blog di Cadavrexquis

http://cadavrexquis.typepad.com/cadavrexquis/2009/10/la-linea-feltri-spargere-omofobia-a-piene-mani.html#comments

Sul caso Marrazzo non ho molto da dire, se non che, a differenza di Berlusconi e per quanto ne sappiamo ora, lui alle sue trans non ha proposto posti in Europarlamento né le ha candidate alle regionali. Inoltre andava lui da loro - e tutt'al più sarebbe esecrabile se usava l'auto blu per farlo - e non se le portava in una residenza ufficiale. Non credo nemmeno che le abbia mai fatte viaggiare in aereo di stato. A parte questo, posso aggiungere che Marrazzo si è comportato da perfetto buon cattolico: vizi privati e pubbliche virtù. Come ha ben scritto Malvino, dichiarando contrito che la sua frequentazione delle trans è stato "frutto di debolezza" Marrazzo ha di fatto avallato il sistema di valori dei suoi ricattatori. Del resto è così che funziona: gran parte dei clienti delle trans che si prostituiscono sono uomini eterosessuali, spesso regolari padri di famiglia - di quella famiglia tradizionale su cui i destrorsi nostrani versano calde lacrime di coccodrillo -, individui per i quali il frisson non consiste tanto nel prendersi un cazzo nel culo, ma nel prenderselo perché è proibito, perché è trasgressivo, tanto più se a metterglielo è qualcuno che ha anche un bel paio di tette.

C'è qualcuno, però, che usando la sua logica bacata e manipolatoria, sfrutta questo episodio e lo combina con un'altra notizia di questi giorni, che nulla c'entra con il primo, per sputare veleno omofobico e spargere a piene mani odio contro i cittadini transessuali e omosessuali. Mi riferisco all'azzimato gagà che risponde al nome di Marcello Veneziani e all'articolo apparso ieri su Il Giornale. Nessuna sorpresa, da questo punto di vista: non è il primo pezzo che leggo di Veneziani, sia sulla gazzetta del fratello di Berlusconi che su Libero, e non mi ha mai deluso. Anche questa volta si rivela il mentecatto di sempre.

Veneziani inizia dicendo che preferisce un donnaiolo impenitente come Berlusconi (il quale denuncerebbe pubblicamente i ricatti a cui è sottoposto) a uno come Marrazzo, che invece va a trans e asseconda i ricattatori pagandoli di nascosto. Purtroppo il nostro prode giornalista dimentica di precisare che, spesso, chi tace su relazioni di questo genere è perché da sempre è stato costretto a vergognarsene, proprio da parte di chi adesso li considera "squallidi". Insomma, è inutile buttare merda addosso a qualcuno e poi lamentarsi perché dopo puzza. Ma poi prosegue citando la sentenza della Cassazione che sostiene che "c'è famiglia se c'è mutua assistenza". Insomma, le due cose sarebbero legate ed entrambe sarebbero il sintomo di un irrimediabile declino, non solo dei costumi, ma della nostra civiltà tutta e, soprattutto - rullo di tamburi -, del millenario concetto di famiglia tradizionale, unica e indissolubile, tra uomo e donna. Da qui, quindi, l'affondo all' "imbarbarimento" che considera lecito "ogni egoismo, ogni piacere, ogni sfizio, purché consensuale". Traduzione per il volgo: per colpa di questi froci che vanno con le trans brasiliane - e non vero, come sappiamo, perché sono soprattutto i bravi paparini, tradizionali per l'appunto, che apprezzano l'articolo - ormai la società è allo sbando. Vorremo mica peggiorare la situazione introducendo i matrimoni gay o approvando leggi contro l'omofobia, eh?

Che il messaggio sia abbastanza chiaro lo dimostrano i commenti degli aficionados del Giornale, che danno sfogo alla loro rogna omofobica e si grattano senza ritegno. Chi ha lo stomaco abbastanza forte può pure leggere. Quella che è davvero squallida è l'operazione compiuta da Veneziani: qui non si tratta soltanto di omofobia, ma abbiamo invece a che fare con quell'omofobia manipolatoria, coscientemente applicata dall'autore del pezzo allo scopo di ottenere effetti specifici come, per l'appunto, solleticare gli istinti dei lettori e conquistare consenso. E', ovviamente, un'omofobia indiretta, strisciante, non immediatamente aggressiva, ma è comunque omofobia. E' inutile replicare portando dei dati di fatto e far notare, per esempio, a Veneziani e ai suoi lettori che non esiste alcuna contraddizione tra l'estensione del concetto di famiglia e la concessione di pari diritti anche alle coppie non tradizionali e la difesa della cosiddetta "famiglia tradizionale". Si facciano, Veneziani e i suoi fan, un giro in posti come la Svezia o in certe zone di Berlino: è pieno di mamme, papà, bambini in carrozzina e froci felici e contenti che hanno pieno diritto di cittadinanza, come gli altri eterosessuali. Il resto è, banalmente, la realtà: le famiglie si sfasciano comunque e i lettori acclamanti di Veneziani - che lo sa benissimo e invece di ricondurli alla ragione sceglie di aizzarli - preferiscono attribuire la colpa dei loro fallimenti a gay, lesbiche e transessuali e non, come dovrebbero, a sé stessi.

Una decina di giorni fa, in occasione della morte del cantante gay dei Boyzone Stephen Gately, una scribacchina del Daily Mail, tale Jan Moir, ha scritto un pezzo trasudante omofobia, in cui neanche troppo velatamente sottintendeva che era lo "stile di vita" gay ad avere in qualche modo provocato la sua morte, in così giovane età. Una sorta di memento: prima o poi i froci fanno una brutta fine e addio l' "e-vissero-felici-e-contenti" dei matrimoni gay. Ebbene: il Daily Mail - che non è esattamente un quotidiano progressista, tanto che viene soprannominato Daily Heil - è stato inondato dalle proteste. Sul sito web hanno dovuto cambiare il titolo originario sostituendolo con uno più anodino, gli inserzionisti pubblicitari hanno tolto la pubblicità da quella specifica pagina per non essere associati alle dichiarazioni omofobe di Moir. E, dulcis in fundo, all'organismo di vigilanza sulla stampa britannica sono arrivate 25.000 (dicasi: venticinquemila) lettere di protesta e di condanna nei confronti di Jan Moir, la quale ha dovuto scusarsi pubblicamente e cospargersi il capo di cenere. Ecco, mi piacerebbe che qualcosa del genere succedesse anche da noi e che certa gente che scrive sul Giornale fosse costretta a chiedere scusa in ginocchio sui ceci. Perché quelle che diffondono tipi come Marcello Veneziani o Renato Betulla Farina non sono mere "opinioni", ma un vero e proprio cancro omofobico.

Feltri dovrebbe VERGOGNARSI anche di farsi pubblicità con le prime pagine del Giornale quando  valeva qualcosa, quando cioè era retto da Montanelli, un Giornalista e un Uomo Integro quale Feltri nonè e non sarà mai. Feltri non è nemmeno degno di leccare le suole delle scarpe a un Montanelli, e il giornale retto da lui è buono solo per nettarsi "ove non è che luca"



permalink | inviato da Blue-highways il 27/10/2009 alle 7:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 ottobre 2009
Holy Androgyne



permalink | inviato da Blue-highways il 26/10/2009 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 ottobre 2009
La mia solidarietà a Don Santoro e ai due LEGITTIMI SPOSI. BETORI, CHIESA CATTOLICA. V E R G O G N A!


http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2009/26-ottobre-2009/arcivescovo-sospende-doL'arcivescovo "solleva" don Santoro

Ieri il sacerdote delle Piagge ha sposato in chiesa Sandra Alvino, donna nata uomo, con il suo compagno. Oggi Betori lo ha sollevato dal suo incarico

Don Santoro

Don Santoro

L’arcivescovo di Firenze monsignor Giuseppe Betori ha «sollevato don Santoro dalla cura pastorale della comunità delle Piagge» e gli ha chiesto di «vivere un periodo di riflessione e di preghiera». Lo rende noto un comunicato diffuso dall’arcidiocesi. Il sacerdote, durante la messa celebrata ieri alla presenza della comunità, ha celebrato le nozze di Sandra Alvino 64 anni, nata uomo e ora donna, e Fortunato Talotta, 58 anni, nonostante lo stesso Betori, in una lettera indirizzata ad Alvino il primo ottobre scorso, avesse ribadito il precetto, ossia l’ingiunzione a non celebrare il matrimonio, già disposta due anni fa dal suo predecessore, il cardinale Ennio Antonelli.

LA CERIMONIA DI IERI - La cerimonia ieri si è svolta nei locali della comunità davanti a circa 200 persone molte delle quali non sono riuscite a trattenere le lacrime durante la lunga omelia di don Alessandro che ha ribadito che il suo non è un gesto di «ribellione alla Chiesa ma»un atto di fedeltà alla mia gente, al Vangelo, alle persone a cui voglio bene. È un atto dovuto».

Nozze in chiesa per l'ex trans
  • Sandra e Fortunato oggi sposi

DON SANTORO - «Sandra e Fortunato, così come il sottoscritto, sono consapevoli che, quando l’atto sacramentale di oggi arriverà in diocesi, verrà annullato, ma non sarà annullato per noi, per questa comunità, agli occhi di Dio». Lo ha detto ieri don Alessandro Santoro, prima di impartire la benedizione finale del matrimonio di Sandra Alvino, nata uomo ora donna, e Fortunato Talotta. Santoro ha voluto chiudere la lunga celebrazione con una canzone di Fabrizio De Andrè, «Smisurata preghiera», quasi per fare proprie le parole del cantautore «in direzione ostinata e contraria». Un modo per dire di essere consapevole che anche per lui, quasi certamente, ci saranno delle conseguenze. «Ma io, da sempre, ho obbedito fino in fondo a questa comunità, così come obbedirò - ha aggiunto riferendosi alla curia ed al vescovo Giuseppe Betori - a qualunque cosa sarà decisa». Quindi, rivolgendosi alla sua comunità, ha aggiunto: «non permetterò a nessuno di fare niente che sia in senso contrario a ciò che verrà deciso». Poi, prima di salutare gli sposi ai quali la comunità ha preparato un rinfresco, ha detto: «ora ho bisogno di rimanere da solo».




permalink | inviato da Blue-highways il 26/10/2009 alle 18:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 ottobre 2009
Intersex Awareness Day (10.26.09)

Monday, October 26, 2009


Oct 26th marks the 5th annual celebrate intersexual awareness day! Today is the (inter)national day of grass-roots action to end shame, secrecy and unwanted genital cosmetic surgeries on intersex children.

What is intersex?
Intersex refers to a series of medical conditions in which a child's genetic sex (chromosomes) and phenotypic sex (genital appearance) do not match, or are somehow different from the "standard" male or female. About one in 2,000 babies are born visibly intersexed, while some others are detected later. The current medical protocol calls for the surgical "reconstruction" of these different but healthy bodies to make them "normal," but this practice has become increasingly controversial as adults who went through the treatment report being physically, emotionally, and sexually harmed by such procedures.

Beside stopping cosmetic genital surgeries, what are intersex activists working toward?
Surgery is just part of a larger pattern of how intersex children are treated; it is also important to stop shame, secrecy and isolation that are socially and medically imposed on children born with intersex conditions under the theory that the child is better off it they didn't hear anything about it. Therefore, it's not enough to simply stop the surgery; we need to replace it with social and psychological support as well as open and honest communication.

What's so significant about October 26?
On October 26, 1996, intersex activists from Intersex Society of North America (carrying the sign "Hermaphrodites With Attitude") and our allies from Transexual Menace held the first public intersex demonstration in Boston, where American Academy of Pediatrics was holding its annual conference. The action generated a lot of press coverage, and made it difficult for the medical community to continue to neglect our growing movement. That said, events related to Intersex Awareness Day can take place throughout October and does not necessarily have to be on the 26th.

Ideas for Action:

Pamphlets for organizing intersex awareness day.

Click here to print out some articles to leaflet on intersexuality

Get some friends together and rally/demonstrate in front of a hospital or medical school demanding an end to genital mutilation!

Show a film or invite a guest speaker to speak about IS issues.

Learn more and get active with the Intersex Initiative.




permalink | inviato da Blue-highways il 26/10/2009 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 ottobre 2009
Squallor infinitum
Che tristezza il caso Marrazzo dopo il caso del Cavaliere puttaniere. almeno Marrazzo s'è dimesso e non ha strillato al complotto...



permalink | inviato da Blue-highways il 26/10/2009 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 ottobre 2009
Orien of the Wraeththu



permalink | inviato da Blue-highways il 26/10/2009 alle 17:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
<<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 210169 volte